Crea sito

Sotto il peso degli impegni

Buongiorno a tutti voi,vi amo immensamente!!

Sotto il peso degli impegni

A volte ci pare che il troppo lavoro,le responsabilità,ci stiano schiacciando.Possiamo vincere questa pausa con uno stratagemma…

Ci accade,per esempio quando riprendiamo il lavoro dopo le vacanze,di sentirci sconfortati al pensiero del periodo che ci attende.Voglio offrirvi un suggerimento per vivere meglio la crisi.È questo:”Basta a ogni giorno la sua fatica”. È una variazione del meraviglioso e saggio consiglio evangelico:”Basta a ogni giorno la sua pena”.

Grazie al cielo viviamo anche giorni senza pene o gravi preoccupazioni,mentre spesso ci sono sequenze di giornate con tanto lavoro e impegni.Magari non penosi,persino gratificanti,ma che ci procurano angoscia perché,essendo tanti,si affollano davanti alla nostra mente come il groviglio di un bosco da attraversare,o si ergono come una montagna da scalare.

Ho letto in un libro di spiritualità che è un grave errore,appena svegli,pensare al lavoro che ci aspetta durante la giornata.Il primo pensiero dovrebbe andare al Creatore in lode e ringraziamento: un’altra giornata ci è stata donata e,anche se si presenta faticosa,potrebbe essere foriera di belle sorprese..

Ma non è facile rimuovere,appena svegli,la valanga dei “devo fare questo e quello”che rischia di soffocare la gioia di un nuovo giorno.Perciò bisogna ricorrere a qualche stratagemma..

Io mi regolo così.Anzitutto ho fatto il proposito di affrontare ogni giorno con la sua fatica e soltanto quella.Scelgo fra i molti lavori che incombono sul mio futuro quelli che devono assolutamente essere compiuti in quel giorno,gli indispensabili per la sopravvivenza mia e delle persone che mi sono affidate.Le altre incombenze,anche se sono importanti,ma non urgenti,le rimuovo dal pensiero.Invece del proverbio “fai oggi quello che potresti fare domani”ne ho adottato un altro:”non ti preoccupare oggi di quello che dovrai fare domani”, perché la preoccupazione mortificherebbe le energie.

Per rendere attuabile il proposito “Basta a ogni giorno la sua fatica”programmo il lavoro in ordine di precedenza,segnando le scadenze.Non è difficile ed è prezioso per l’equilibrio psichico, perché quando affidiamo a un foglio i pensieri,i progetti,gli impegni, è come se scaricassimo sulla carta un po’ della tensione.E del resto non è questa da secoli la funzione di un diario?

Dunque,programma a lunga scadenza,ma anche a brevissima.E infatti ogni sera,prima di andare a letto,scrivo i compiti di domani.

Però bisogna essere realistici.È inutile indicare una sfilata irrealizzabile di cose da fare:elenchiamo soltanto quelle che sappiamo essere in grado di compiere,fisicamente e psicologicamente.

È bello durante il giorno depennare man mano il già fatto.Incoraggia a proseguire,a non aver paura.E se la sera saremo riusciti a cancellare tutto,andremo a letto sereni.Sennò,riscriviamo gli ‘avanzi’ per l’indomani.Ci vuole costanza per abituarsi a questo sistema,tuttavia,una volta preso il ritmo,imparato a distinguere fra l’assolutamente necessario da fare oggi è il rimandabile,la nostra vita prenderà un passo più leggero.

Ma c’è di più:a volte ci inventiamo gli impegni.Scriverli,vederli sulla carta, può aiutarci a discernere meglio ed eliminare,quelli inutili;ad amministrare più saggiamente il nostro tempo facendo scelte intelligenti: perché non tutto ciò che sembra importante è essenziale..(Rosetta Albanese)

La vita è un’occasione domani si presenterà…Non c’è fretta,ma solo pazienza,fede,e coraggio di avanzare,fiduciosi nel giorno nuovo…Io sono certo di una cosa fondamentale:”La vita è un dono”,e come ricevere un regalo ogni giorno,ogni minuto,ogni secondo,ogni attimo..Non ci sono momenti di spazio senza vita,senza miracoli.Ci sono rumori,che fanno scaturire,momenti di paura,momenti di tristezza,ma se apriamo gli occhi,spalancandoli sul panorama immenso troveremo,e comprenderemo,che ogni momento viene,e ogni momento va,la vita scorre come un fiume, ininterrottamente,senza il bisogno del nostro aiuto….Certe volte noi,grandi ed incoerenti esseri,fermiamo il corso dell’eternamente ora,con qualche diga artificiale qua e là..Siamo il flusso di un fortunato momento di energia gioiosa…..(Rizzello Carmine)

 

Un abbraccio di luce…

 

 


Posted in Senza categoria by with comments disabled.